Architetto on-line

Mobili Settimi Blog

Consigli, tendenze, design, arredamento.

Divano moderno, classico o di design purché sia comodo 16 settembre 2013 - 17:13
Tagsdesign, soggiorno, moderno, classico, etnico, tendenze, consigli arredo, divano Divano moderno, classico o di design purché sia comodoSi sa che in una casa se c’è qualcosa che non puà mancare sono le sedute: sedie, poltrone, divani classici e moderni… Tutto ciò che ci permetta di riposare, di far sedere i nostri ospiti, di accomodarci per mangiare, leggere o vedere la tv. Più di tutti forse è il divano a farla da padrone, c’è chi si siede compostamente, chi si sdraia, chi ci dorme la sera stanco, con di sottofondo la tv accesa. Appurato che il divano sia il centro focale del salone, bisogna anche saperlo scegliere e da qui che cominciano le prime valutazioni. Inanzitutto la forma, che molto spesso è dettata dallo spazio a disposizione: due, tre posti, a L o anche componibile o il famoso divano-letto, che serve per chi ha sempre un ospite per casa.

Deciso qual è la forma che più si addice al nostro stile e alle nostre esigenze bisogna passare al materiale. Di classe, intramontabile ed espressione di lusso e classicità è il divano in pelle, ma c’è chi non lo ama perché va trattato ogni sei mesi con dei prodotti specifici che ne mantengono lucidità e morbidezza e poi d’inverno risulta freddo e in estate troppo caldo. Inoltre per chi in famiglia ha accolto un gatto tenere le sue unghie lontane dalla bella pelle del divano sarà un’impresa ardua. Allora si passa alla stoffa, che è sicuramente un materiale resistente e intramontabile. Si adatta sia ad ambienti classici che moderni, grazie alle infinite possibilità di texture e colore che questo materiale offre. Per un arredamento classico si possono usare i damascati o il velluto di colori scuri. Per un arredamento più moderno invece ci si può affidar alla microfibra, estremamente comoda da pulire, basta infatti una pezzetta umida per levare le macchie anche dai divani più chiari e poi c’è la possibilità di sbizzarrirsi con i colori. Per l’arredamento etnico invece si può passare a una commistione tra stoffa e legno, stoffa per i cuscini e legno per la struttura.

C’è sempre però chi ama il design e può fare affidamento alle mille forme che i designer più famosi amano dare ai divani. C’è ad esempio Do-lo-res di Ron Arad, costituito da parallelepipedi multicolor, che ricordano i regoli con i quali si imparava a contare alle scuole elementari. I moduli sono componibili fra loro e permettono di creare continue nuove forme. Poi c’è Wallfa la parete sofà di Jordi Canudas, la cui forma slanciata permette di dividere gli ambienti, proprio come una parete, ma allo stesso tempo ha la seduta da entrambi i lati e lo schienale è fatto di un materiale malleabile, che prende la forma di chi la occupa. Infine c’è La Fiorita di Gaetano Pesce, un inno alla natura e alla primavera. Questo divano infatti sembra un prato su cui con l’avanzare delle stagioni possono essere appoggiati, come appena fioriti, dei cuscini a forma di fiore multicolor.

  • Divano stoffa moderno
  • Divano pelle classico
  • Divano design la fiorita