Architetto on-line

Mobili Settimi Blog

Consigli, tendenze, design, arredamento.

Arredare la camera da letto in mansarda 10 agosto 2013 - 18:30
Tagscamera da letto, consigli arredo, mansarda Arredare la camera da letto in mansardaLa mansarda è un luogo speciale in una casa, può essere scomoda a causa del soffitto spiovente, ma se arredata nel modo giusto può diventare un luogo accogliente e piacevole, grazie alla presenza delle finestre sul tetto che offrono scenari unici.

In particolare arredare una camera da letto che si trova in mansarda è divertente e aiuta a creare uno spazio nella casa davvero privato e unico. Le soluzioni proposte dal mercato sono molteplici, l’importante è riuscire a sfruttare tutti gli spazi a disposizione.

Si parte dalla scala, le più belle sono quelle in legno, magari a chiocciola, che servono ad arredare anche la zona sottotante, da cui parte l’accesso alla mansarda. Per la scelta del letto, data l’altezza del soffitto sarebbe bene rivolgersi a quelli bassi, in stile giapponese. Il letto in stile giapponese è composto da un tatami, che non è altro che una copertura per il pavimento su cui viene poggiato il materasso. È in paglia di riso pressata, rivestito di giunco intrecciato (chiamato igusa) e abbellito da un orlo di tessuto. Il materasso si chiama futon, che significa letteralmente "materasso che si arrotola". È composto da cotone in falde disposto in strati e ricoperto da una fodera di cotone trapuntata a mano. Se non si vuole poggiare direttamente sulla terra esistono anche strutture a doghe basse o pianali di legno. Un marchio che propone molte soluzioni in stile giapponese è Cinius.

Per ciò che riguarda gli armadi l’ideale è farseli comporre su misura, in maniera che l’angolazione rispetti quella del soffitto e ogni spazio venga sfruttato. Altro punto importante in una mansarda è il lucernario, moltissime ditte si occupano della produzione di apposite finestre per questi spazi. L’ideale sarebbero quelle che montano vetri auto oscuranti, in maniera che nei momenti di sole intenso, si possa mantenere la luce ma in maniera moderata, evitando così che l’ambiente si infuochi.

Ulteriori consigli utili sono l’utilizzo di mobili contenitore, ce ne sono moltissimi in commercio e consentono di risparmiare spazio, non solo in mansarda ma in tutte le zone della casa, arredando comunque le stanze in maniera piacevole. In più va attentamente ponderata l’installazione di un impianto di climatizzazione, il sottotetto può davvero infuocarsi in estate e il calore ci mette molto a disperdersi, causando notti insonni a chi ha deciso di dormire in mansarda.