Architetto on-line

Mobili Settimi Blog

Consigli, tendenze, design, arredamento.

Consigli utili e tendenze per arredare l’ufficio 8 aprile 2013 - 18:59
Tagsmoderno, ufficio, contract, tendenze, consigli arredo, consulenza arredo, illuminazione Consigli utili e tendenze per arredare l’ufficioL’arredamento di un ufficio deve rispondere a molteplici esigenze, deve saper rispecchiare l’immagine dell’azienda, allo stesso tempo deve rendere l’ambiente accogliente per i suoi lavoratori e deve essere salutare per chi lo frequenterà quotidianamente. Per rispondere a tutte queste caratteristiche esistono apposite linee di mobili per l’arredamento dell’ufficio, che offrono soluzioni funzionali e accattivanti.

Uno degli ambienti più in voga al momento è l’open space, un grande spazio unico in cui vengono collocate le varie postazioni di lavoro. È un’ottima soluzione specialmente per quei lavori che richiedono creatività e continuo scambio di idee, non per niente gli uffici di Google e Facebook sono proprio open space.

Sempre più di frequente per il pavimento viene usato il parquet laminato, che ha l’aspetto del parquet di legno, ma non la sua delicatezza. In questo modo l’ambiente assume un aspetto raffinato, ma non richiede la cura di cui il pavimento il legno ha bisogno. In commercio esistono molte tipologie di laminato, il cui prezzo varia a seconda dello spessore, del modo in cui va montato e del grado di protezione elettrostatica che garantisce.

Le pareti devono essere decorate in maniera minimale, magari con quadri originali o con gli sticker, che al momento vengono usati anche nelle case più moderne. Se nell’ufficio si producono creatività l’ideale è mettere in mostra i lavoro meglio riusciti, in maniera che da subito un eventuale cliente possa sapere con chi si ha a che fare.

L’illuminazione è fondamentale, sia per arredare ulteriormente l’0ambiente, ma soprattutto per consentire ai lavoratori di operare in maniera sicura per la salute degli occhi. Nella progettazione le scrivanie vanno posizionate lateralmente alla finestra o alle sorgenti dirette di luce, in maniera che questa penetri lateralmente senza infrangersi sullo schermo o accecare il suo utilizzatore. Ancora meglio sarebbe porre una lampada a intensità variabile direttamente sul piano della scrivania.

Le sedie e le scrivanie, così come l’illuminazione, devono essere scelte adeguatamente, affinché i lavoratori siano comodo e non risentano delle molte ore sedute, nel contempo il loro aspetto deve essere gradevole. Le sedie migliori sono quelle ergonomiche, che seguono il profilo del corpo senza costringere a posizioni scomode. Devono essere perciò regolabili in altezza, lo schienale deve essere reclinabile e deve avere delle ruote franabili.

Oltre al lavoro va pensato anche al riposo, ecco perché va progettata un’area break dove i lavoratori possono interagire fra loro, ma dove possono anche essere accolti i clienti per un caffè e per due chiacchiere informali che portano spesso a qualcosa di buono. Va pensato anche uno spazio per l’archiviazione, che dovrà essere adatto ai contenitori Dox, i cosiddetti faldoni, che hanno misure standard ben precise. Gli armadi dovranno inoltre essere dotati di ante con serratura, in maniera da poter conservare documenti riservati o dati sensibili.

  • L'open space di Facebook
  • Ufficio di Google open space